Come è cambiato il lavoro di Assistente durante la pandemia?

Percezione delle/degli Assistenti del proprio percorso di carriera

A distanza di due anni dalla survey condotta sulla Community all’inizio della pandemia di COVID-19, abbiamo voluto comprendere come e quanto il ruolo di Assistente di direzione si sia trasformato e, soprattutto, in che modo è cambiata la percezione del proprio lavoro in questi mesi.

 

Come è cambiato il lavoro delle/degli Assistenti?
Percezione del proprio percorso di carriera (2020-2022)
Scarica il report completo

Lo smartworking

Ciò che oggi è sicuramente cambiato rispetto a due anni fa è il paradigma del nuovo modo di lavorare in “smart-working”, che ha portato con sé una prorompente diffusione del digitale nella nostra quotidianità, ma anche nel nostro pensiero, nel nostro modo di vivere, di lavorare, apprendere e relazionarci, dando vita a nuove abitudini sociali, economiche, professionali e relazionali.

Nuove competenze

Un cambiamento che ha anche creato nuove opportunità per la professione di Assistente, che in questo periodo di trasformazione ha dovuto acquisire nuove competenze: digital skills, project management e capacità di negoziazione, avendo al contempo l’opportunità di allenare molto – e mettere a frutto – le capacità organizzative e relazionali e il bagaglio di soft skills proprie del ruolo.

Questa situazione ci ha indotto a ragionare in modo profondo su questo cambio di paradigma e su noi stessi; come risulta dal sondaggio, in molti casi ha portato con sé anche numerose criticità legate a:

  • difficoltà nella gestione dei tempi e spazi di lavoro “ibrido”
  • organizzazione familiare
  • scarsa comunicazione e motivazione derivanti dal mancato incontro fisico con i colleghi
  • senso di incertezza per il futuro…

Cambio di paradigma

Come Community abbiamo molto riflettuto su questi temi, anche attraverso percorsi di consulenza filosofica tenuti dalla nostra RBA Sara Ferro, che ci hanno permesso di riflettere sulla nostra modalità, sul nostro pensiero e sull’agire. È tempo di cambiamento, di conoscere le nuove tecnologie, di lavorare con una nuova apertura e di sviluppare competenze che non pensavamo di avere, è tempo di rimettersi in gioco.

E noi intendiamo partire proprio dai risultati della nostra survey e da questo cambio di paradigma nel mondo del lavoro per avviare una riflessione che porti a ripensare il futuro della professione di Assistente nell’ottica di un’evoluzione che passi da un ruolo concepito come LAVORO a un ruolo che contempli un vero e proprio PERCORSO DI CARRIERA.

La Global Skills Matrix

Per fare questo ci viene incontro la Global Skills Matrix: un quadro di riferimento a livello internazionale, sviluppato dalla WAA – World Administrator Alliance, un’associazione di categoria che rappresenta associazioni e network di assistenti in tutto il mondo (fra cui Secretary.it) che ha come scopo quello di sviluppare e migliorare la professione e creare una comunità globale che lavori insieme a beneficio di tutti.

La  WAA ha mappato più di 160 differenti job titles nel mondo inerenti il ruolo di “Assistente e Admin” a livello internazionale. Avere oggi tutti questi job titles non fornisce il giusto quadro globale, né il valore della professionalità e delle opportunità di crescita di ogni individuo, ma anche delle aziende/realtà impiegatizie e nemmeno delle società di ricerca e selezione. Pertanto la task force mondiale WAA ha lavorato dal 2018 al 2021 per poter mappare competenze e abilità e creare dei “cluster” che sono stati classificati in cinque livelli.

 

L’obiettivo della GSM è quello di creare un quadro di riferimento per le assistenti che possa identificare dei livelli di seniority che rappresentano dei momenti di sviluppo professionale del ruolo di EA; in questo la Global Skills Matrix ci da sicuramente l’opportunità di percepire il ruolo come percorso di carriera e non solo come una mansione, quindi non una scelta di ripiego, bensì un percorso professionale con un’identità forte.

– Simona Ciotti, Business Development HR Link e consulente di carriera Secretary.it

 

Un approccio strutturato permette anche di pianificare dei momenti di crescita, di capire la performance, di associare livelli retributivi e KPIs, fare formazione in modo strutturato e avere una chiave di comprensione nei momenti di selezione e di role profiling.

Ampio spazio è stato dato al tema durante l’incontro online con AHK Italien, la Camera di Commercio Italo-Germanica.

 

Come è cambiato il lavoro delle/degli Assistenti?
Percezione del proprio percorso di carriera (2020-2022)
Scarica il report completo